Airum offre una vasta gamma di ventilatori industriali. Scopri quale fa al caso tuo!

RISCHIO CALORE SUL LUOGO DI LAVORO

I compiti del datore di lavoro

Tra i principali compiti del datore di lavoro rientra la valutazione di tutti i rischi che concorrono a minare la salute e la sicurezza dei lavoratori (D. Lgs. 81/08, art. 18). Tra questi è da includere anche il “rischio calore”.

Tale rischio si presenta maggiormente durante le calde giornate estive e coinvolge soprattutto quei lavoratori che svolgono mansioni all’aperto, come nell’ambito dei cantieri edili o nelle attività agricole, oppure in ambienti chiusi poco ventilati, come le officine o i magazzini industriali.

      

LO SAPEVI CHE SE UN LAVORATORE È COLPITO DA UN COLPO DI CALORE, LA RESPONSABILITÀ RICADE SUL DATORE DI LAVORO?

5 consigli per il datore di lavoro

Per combattere i rischi da calore correlati, è innanzitutto importante conoscere i diversi livelli di danno provocati dall’esposizione prolungata al caldo eccessivo, come riportato in tabella.

Una volta noti, il datore di lavoro può ricorrere alle seguenti misure preventive:

  1. monitorare quotidianamente le condizioni ambientali (temperatura ed umidità relativa), valutare il rischio calore correlato (Heat Index) e adottare le misure preventive più idonee
  2. modificare l’orario di lavoro in modo da evitare le ore centrali, a vantaggio delle ore preserali più fresche o delle prime ore del mattino in funzione delle necessità lavorative
  3. pianificare il lavoro in modo da sfruttare il più possibile le postazioni riparate dal sole. In caso di impossibilità, organizzare dei turni.
  4. predisporre aree di riposo ombreggiate
  5. programmare delle pause di recupero più frequenti

Monitorare le condizioni ambientali. Programmare il lavoro in funzione delle ore più fresche. Predisporre aree di riposo ombreggiate.

5 consigli per il lavoratore

  1. Non esporre direttamente la pelle ai raggi solari, indossando preferibilmente abiti leggeri di colore chiaro, traspiranti e comodi, oltre ad un copricapo.
  2. Mantenersi idratati, bevendo acqua (non ghiacciata) a prescindere dallo stimolo della sete (anche ogni 15 minuti!). Da evitare la caffeina ed assolutamente alcolici.
  3. Fare spuntini leggeri per recuperare i liquidi e sali minerali persi con la sudorazione. Si consiglia l’assunzione di frutta.
  4. Evitare di fumare
  5. Evitare di lavorare da soli, consentendo il controllo reciproco tra colleghi

Bere acqua ogni 15 minuti, evitare caffeina ed alcolici. Assumere frutta. Non fumare.

Airum può aiutarti!

E per tutti quei casi in cui si opera in un ambiente chiuso, va indossata una divisa e non è possibile arieggiare naturalmente le postazioni di lavoro? Ci pensa Airum!

Airum offre una vasta gamma di ventilatori, sia portatili che da fissare a parete, adatti agli ambienti industriali (capannoni, laboratori, serre, allevamenti...), civili (palestre) e ovunque sia necessario effettuare ricambi d'aria (capannoni avicoli, officine, sale giochi, silos, macinatoi, magazzini, depositi, sale server, zone compressori, ecc).

Silenziosi e dai bassi consumi energetici, i ventilatori industriali Airum contribuiranno a mantenere alta la produttività dei tuoi collaboratori anche nei mesi più caldi!

Ventilatore portatile per raffreddare i macchinari e ventilare gli ambienti industriali

ELP

Elettroventilatore da fissare a parete per evitare lo stazionamento dell'aria nei capannoni e ridurre l'afa d'estate

ELC

Ventilatore portatile per raffreddare i macchinari e ventilare gli ambienti industriali

ELI

 

Chiedi un preventivo veloce!